Regolamento Faber Quisque

Print Friendly, PDF & Email

Scarica il file (.pdf) ufficiale stampabile:regolamento Faber Quisque

 

 

Liceo Classico Parini

 

Regolamento del progetto Faber Quisque

 

Faber Quisque

A partire dall’anno scolastico 2016-2017, con il progetto Faber Quisque, il Liceo Parini ha introdotto l’articolazione modulare del monte ore annuale di ciascuna disciplina e attività. Le unità di insegnamento hanno durata di 50 minuti e gli spazi orari residui sono utilizzati nell’ambito del curricolo obbligatorio per offrire percorsi didattici individualizzati, rivolti a gruppi di studenti provenienti da classi diverse o da diversi anni di corso.  

 

Calendario

Per l’a.s. 2018-2019 le attività di Faber Quisque si svolgono con il seguente calendario:

 

08/10/2018-19/01/2019 svolgimento dei corsi
21/01/2019-16/02/2019

 

sospensione dei corsi (e ritorno alle lezioni da 60’) in concomitanza dei corsi di recupero ministeriali
18/02/2019-18/05/2019 svolgimento dei corsi                   
20/05/2019-08/06/2019 ritorno alle lezioni da 60’ 

 

Articolazione giornaliera delle unità didattiche

Nei periodi di attivazione  di Faber Quisque l’articolazione giornaliera delle unità didattiche comuni a tutte le classi è la seguente:

 

I 08:00 – 08:50 III 09:55 – 10:45 V 11:50 – 12:40
II 08:50 – 09:40 IV 10:45 – 11:35 VI 12:40 – 13:30
Pausa 09:40 – 09:55 Pausa 11:35 – 11:50    

 

I moduli di Faber Quisque si svolgono secondo la scansione indicata nella tabella sottostante, in orario non coincidente con gli insegnamenti comuni alle classi di provenienza degli studenti iscritti. Dalle ore 13:30 alle ore 14:00 sono sospese tutte le attività didattiche all’interno della scuola.  

 

Martedì 12:40 – 13:30 per tutte le classi  
Venerdì 08:00 – 08:50 per tutte le classi
Dal lunedì al venerdì 11:50 – 12:40

12:40 – 13:30

per le classi il cui orario non preveda altre lezioni

per le classi il cui orario non preveda altre lezioni

Dal lunedì al venerdì 14:00 – 14:50

14:50 – 15:40

 

per tutte le classi

  

  15:40 – 16:30 per attività fuori dall’edificio scolastico (rappresentazioni teatrali, visite a musei …)

 

Le attività previste nei corsi di Faber Quisque si svolgono per classi aperte e sono di due tipi fondamentali:

 

  • consolidamento delle conoscenze e delle competenze di base: per prevenire l’insuccesso scolastico, ogni studente che presenti difficoltà o lacune in una o più discipline si iscrive prioritariamente ai moduli di consolidamento per l’acquisizione delle conoscenze e delle competenze indispensabili per il buon andamento scolastico, senza attendere i corsi di recupero previsti dal Ministero al termine degli scrutini intermedi o quelli estivi per gli alunni con sospensione del giudizio; i corsi di consolidamento sono programmati per argomenti disciplinari (per esempio: “Greco: sintassi del participio”; “Latino: il pronome relativo e le sue funzioni”; “Matematica: calcolo con i polinomi”; “Geografia e storia: metodo di studio”).

 

  • approfondimenti nelle discipline obbligatorie: attività indirizzate ad approfondire le conoscenze, a potenziare le competenze e a valorizzare le eccellenze. Tra esse è di particolare rilievo l’approfondimento della matematica (gli studenti che all’atto dell’iscrizione esprimano tale preferenza sono assegnati alla stessa classe e hanno un modulo settimanale aggiuntivo nell’ambito degli spazi orari di Faber Quisque). Nella stessa tipologia rientrano anche insegnamenti mirati per la preparazione a specifici corsi di laurea, moduli di supporto per la preparazione dell’Esame di Stato per gli studenti dell’ultimo anno, attività propedeutiche o conclusive di percorsi di alternanza scuola lavoro. Alcune proposte hanno carattere pluridisciplinare e trasversale, e possono prevedere la compresenza di due o più docenti. Eventuali uscite didattiche (per esempio spettacoli teatrali, conferenze, mostre) devono essere inserite in un percorso didattico articolato.

Gli studenti del secondo biennio e dell’ultimo anno possono frequentare, compatibilmente con la disponibilità dell’organico, moduli didattici di economia.

 

Monitoraggio e valutazione del progetto

Il progetto Faber Quisque è monitorato da un Comitato scientifico formato da docenti interni e da esperti esterni.

 

DOCENTI

Monte ore docenti

La durata delle unità di insegnamento è di 50 minuti: ogni docente distribuisce il suo impegno settimanale di lavoro su 20 lezioni, 18 sono destinate agli insegnamenti comuni nelle classi tradizionali, 2 alle attività modulari per classi aperte. Queste ultime, nel segno della flessibilità organizzativa, possono essere eventualmente accorpate o ripartite in modo diverso, secondo la programmazione stabilita dai dipartimenti di materia.

 

Ore cattedra 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22
Numero moduli annuali* 20 23 26 28 31 33 36 38 41 43 46 49 51 54 56

 

Per i docenti che hanno una classe di approfondimento  di matematica:

Ore cattedra 16 17 18 19 20 21 22
Numero moduli annuali* 10 11 12 13 13 14 15

 

* Per i docenti impegnati in viaggi di istruzione sono da calcolarsi due moduli in meno. Eventuali esigenze particolari verranno concordate con il dirigente scolastico.

 

Criteri di programmazione delle attività

Alla luce dei bisogni formativi segnalati dai consigli di classe, i dipartimenti di materia determinano quanti e quali corsi di consolidamento delle conoscenze e competenze di base attuare e a quali docenti affidarli. In dipartimento vengono vagliati anche i corsi di approfondimento proposti dai docenti, eventualmente tenendo conto di suggerimenti degli studenti e delle famiglie. Non sono ammesse proposte di attività rivolte a una sola classe. La programmazione dei corsi non deve sovrapporsi alle attività collegiali previste nel piano annuale. Il numero dei moduli deve essere tale da permettere una valutazione finale.

Le attività di consolidamento sono distribuite su due periodi: lo studente che abbia acquisito le conoscenze e competenze necessarie al termine del primo periodo, può passare ad attività di approfondimento nel secondo periodo. 

 

Inserimento e attivazione dei corsi

Nei giorni che precedono l’inizio delle attività di Faber Quisque il docente inserisce i corsi nell’area dedicata del registro online, indicando il calendario delle lezioni, l’aula e il numero massimo degli studenti.

 

Numero minimo e massimo di iscritti

Sono attivati i corsi con almeno 5 studenti. Il numero di iscritti è 15 per le attività di consolidamento, 25 per le attività di approfondimento.

Al termine delle iscrizioni, se un corso non raggiunge il numero minimo di iscritti, il coordinatore del dipartimento di materia concorda con il docente come investire i moduli nel modo più proficuo (ad es. duplicazione di un corso di consolidamento). Se un docente ha più richieste di quante può accogliere, lo segnala ai docenti coordinatori di Faber Quisque, i quali – sentiti i dipartimenti interessati – valutano se è possibile duplicare il corso con altri docenti oppure provvedono a indirizzare gli studenti verso altre scelte.

 

Assenze di docenti

Il progetto Faber Quisque è curricolare e rientra nelle attività di servizio obbligatorie. Pertanto il docente dovrà tempestivamente comunicare in segreteria ogni eventuale assenza e gli studenti ne saranno avvisati attraverso il registro elettronico, che sono tenuti a consultare con regolarità.

Le lezioni non svolte a causa di assenza del docente non devono essere recuperate dagli alunni. In caso di assenze oltre dieci giorni, il Dirigente scolastico può disporre l’annullamento del corso e gli studenti iscritti possono optare per altre attività compatibilmente con le disponibilità.

 

Verifica e valutazione

Le attività di consolidamento prevedono una verifica delle competenze acquisite durante il corso. La valutazione costituisce parte integrante dell’attività formativa e si svolge in classe, con il coinvolgimento attivo degli studenti.

Le attività di approfondimento prevedono una verifica, diversa a seconda della tipologia del corso (un questionario, una presentazione orale, la soluzione di un problema, un elaborato scritto…). La preparazione e la correzione si svolgono entro i moduli del corso. 

Entro la data dello scrutinio finale i docenti compilano attraverso il registro elettronico una scheda di valutazione dei livelli di competenza acquisiti dagli studenti frequentanti, secondo i criteri approvati dal Collegio dei docenti. Di tale valutazione i Consigli di classe tengono conto in sede di scrutinio finale.

Per gli studenti dell’ultimo anno il prospetto delle attività frequentate da ciascuno è allegato al documento redatto dal consiglio di classe in vista dell’esame di Stato (per l’a.s. 2018-2019 si intende il prospetto dei corsi dell’ultimo anno).

 

STUDENTI

Monte ore

Gli studenti possono scegliere le attività modulari di Faber Quisque secondo le proprie esigenze, inclinazioni e talenti e sono tenuti a frequentare obbligatoriamente il numero di moduli annuali comunicato all’inizio dell’anno scolastico. Per il 2018-2019 è il seguente:

 

Classi Indirizzi Moduli obbligatori Possono frequentare fino a un massimo di
 I, II Tradizionale 58* 70
approfondimento di matematica 24* 36
III, IV e V Tradizionale 62* 74
approfondimento di matematica 28* 40

* Per gli studenti impegnati in viaggi di istruzione sono da calcolarsi due moduli in meno.

 

Anche per gli studenti esiste la possibilità di accorpare o frazionare i moduli di Faber Quisque  in modo diverso. Non è tuttavia consentito esaurire i moduli nel primo trimestre.

 

Criteri di scelta delle attività di Faber Quisque

Lo studente con profitto insufficiente in una o più discipline si iscrive prioritariamente ai corsi di consolidamento attivati, secondo le indicazioni del consiglio di classe, trasmesse dal coordinatore attraverso il registro elettronico. Sempre attraverso il registro elettronico la famiglia dello studente che volesse rinunciare alla possibilità di frequentare i corsi di consolidamento comunicano al coordinatore che si impegnano a provvedere autonomamente al recupero delle insufficienze.

Gli altri studenti scelgono tra i corsi di approfondimento disponibili.

 

Iscrizione ai corsi

Prima dell’inizio delle attività di Faber Quisque ogni studente si iscrive attraverso il quaderno elettronico. In caso di difficoltà, deve rivolgersi al coordinatore di classe o al referente per il registro elettronico.

 

Assenze di studenti

Le attività di Faber Quisque concorrono al raggiungimento del monte ore annuale. Per questo motivo le assenze, i ritardi e le eventuali uscite anticipate sono conteggiati come quelli delle lezioni comuni curricolari e devono essere regolarmente giustificati. In particolare:

  • l’assenza a un modulo collocato nella prima unità didattica è da considerarsi ingresso in ritardo;
  • l’assenza ai moduli collocati in coda alle lezioni o nel primo pomeriggio è da considerarsi uscita anticipata.

Se lo studente è assente per l’intera giornata, non deve portare giustificazioni aggiuntive. Le lezioni perse a causa dell’assenza del docente non devono essere recuperate dagli studenti. Le assenze ad attività di Faber Quisque dovute a visite guidate, viaggi di istruzione e attività di alternanza scuola lavoro non vengono computate e non devono essere giustificate.

Se uno studente si assenta per più di tre volte consecutive, il suo nome viene cancellato dall’elenco degli iscritti al corso, salvo giustificazione ritenuta accettabile.

 

Verifica e valutazione

Le valutazioni delle competenze acquisite nelle attività opzionali sono recepite dai Consigli di classe secondo le modalità deliberate dal Collegio dei docenti. La scheda di valutazione è trasmessa allo studente e alla famiglia ed è consultabile dagli interessati attraverso il registro online.

Alla fine dell’anno per ogni studente è predisposto un foglio di sintesi che attesta le attività di Faber Quisque frequentate con le relative valutazioni.

Per gli studenti dell’ultimo anno il prospetto delle attività frequentate è allegato al documento redatto dal consiglio di classe in vista dell’esame di Stato (per l’a.s. 2018-2019 si intende il prospetto dei corsi dell’ultimo anno).

 

Normativa di riferimento

  • Lgs. n. 297 del 16 aprile 1994 – Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione per le scuole di ogni ordine e grado
  • Legge n. 59 del 15 marzo 1997 – Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per semplificazione amministrativa. In particolare: CAPO IV, art. 21 istituisce l’autonomia delle istituzioni scolastiche. Di notevole interesse, per Faber Quisque, i commi 8 e 9
  • P.R. n. 275 dell’8 marzo 1999 – Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’art. 21 della Legge 15 marzo 1997, n. 59
  • Decreto interministeriale 1 febbraio 2001, n. 44 – Regolamento concernente le “Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche”
  • M. n. 234 del 26 giugno 2000 – Regolamento, recante norme in materia di curricoli nell’autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’articolo 8 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275
  • Lgs. n. 226 del 17 ottobre 2005 delle norme generali ed i livelli essenziali delle prestazioni sul secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53
  • M. del 28 dicembre 2005 – Quota orario dei curricoli riservata alle istituzioni scolastiche
  • M. n. 47 del 13 giugno 2006
  • M. n. 80 del 3 ottobre 2007
  • M. 92 del 5 novembre 2007, art. 2 – Attività di recupero, commi 1, 3, 6, 8, 10
  • P.R. n. 89 del 15 marzo 2010 – Schema di regolamento recante “Revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133”
  • Indicazioni Nazionali per il Liceo Classico, 2010
  • Legge n. 107 del 13 luglio 2015 – Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti
  • Lgs. n. 62 del 13 aprile 2017 – Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato.